Navigation

Il Papa in moschea a Bangui, "No a violenza in nome di Dio"

Concluso il viaggio di Bergoglio in Africa

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 novembre 2015 - 21:30

Papa Francesco ha concluso il viaggio apostolico in Africa ed è rientrato da Bangui a Roma nel tardo pomeriggio. Nella capitale della Repubblica Centrafricana il pontefice ha aperto la Porta Santa dando il via al Giubileo della Misericordia. Un messaggio di speranza, lanciato da un Paese che ha da poco ritrovato la pace dopo anni di conflitti interreligiosi.

"Insieme diciamo no a odio, violenza, vendetta, in particolare quella in nome di una fede o di un Dio", ha detto Bergoglio nella moschea di Koundoukou, dove si è recato prima della partenza per Ciampino. Incontrando la comunità musulmana locale il papa ha sottolineato il ruolo svolto dagli islamici centroafricani nella lotta all'odio interetnico e a favore della pacificazione del paese.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.