Navigation

Giornata Memoria, storia di un deportato italiano

Franco Schönheit aveva 16 anni quando è stato arrestato a Ferrara; a Buchenwald, è sopravvissuto fino all'arrivo delle truppe americane

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 gennaio 2016 - 18:30

Il 27 gennaio è la Giornata della Memoria, istituita dalle Nazioni Unite in coincidenza con la liberazione del campo di concentramento di Auschwitz 71 anni fa.

Franco Schönheit, di famiglia ebrea mista, aveva 16 anni quando insieme ai genitori è stato arrestato a Ferrara e deportato prima a Fossoli e poi a Buchenwald, dove è sopravvissuto fino all'arrivo delle truppe americane, nell'aprile del 1945.

Tornato in Italia, ha cercato di dimenticare per ricominciare a vivere, e solo negli ultimi anni ha deciso di raccontare la terribile esperienza.

Nel video, la sua testimonianza.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.