Navigation

Giallo sul Papa, "ha un tumore curabile"

Papa Bergoglio keystone

Il Vaticano smentisce la notizia, definita infondata e irresponsabile, del Quotidiano Nazionale. Mistero su un volo di elicottero partito da Pisa con a bordo un esperto giapponese

Questo contenuto è stato pubblicato il 21 ottobre 2015 - 12:51

Stanno creando un vero e proprio giallo le notizie riportate dal Quotidiano Nazionale (QN) sullo stato di salute del Papa Francesco. Secondo il tabloid che riunisce le testate Il Giorno, La Nazione e il Resto del Carlino, il pontefice avrebbe un tumore al cervello. Si tratterebbe di una macchia scura che non desterebbe però particolari preoccupazioni in quanto ritenuta curabile dai medici.

Il quotidiano riferisce di un volo d'elicottero con insegne vaticane effettuato alcuni mesi da Takanori Fukushima, professore di Neurochirurgia al Duke University Medical Center e alla West Virginia University Medical Center, con la sua equipe dalla clinica di San Rossore (Pisa) alla Santa Sede per un autorevole consulto. L'esperto giapponese avrebbe escluso in proposito la necessità di un intervento.

Immediata la smentita giunta dalla Città eterna. Il portavoce vaticano Federico Lombardi "gravemente irresponsabile e non degna di attenzione" la notizia diffusa da QN, precisando che "come tutti vedono, il Papa svolge sempre senza interruzione la sua intensissima attività in modo assolutamente normale". Ma il direttore del giornale ha confermato quanto scritto e l'agenzia ANSA ha riferito della presenza dello specialista di tumori al cervello e aneurismi nipponico su un volo di elicottero partito da Pisa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.