Navigation

Ferguson, si riaccende la protesta

Nella giornata di sabato, sempre in Texas, un altro ragazzo di 19 anni disarmato é stato ucciso da un poliziotto bianco

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 agosto 2015 - 20:45

Centinaia di persone sono scese per le strade in ricordo di Michael Brown, il giovane afroamericano ucciso da un poliziotto bianco esattamente un anno fa.

"Non intendo fermarmi, non intendo fermarmi" grida il padre di Michael, "ogni volta che accenderete la tv, vedrete la mia faccia. Voglio dare fastidio a tutti quelli che ancora pensano che quanto successo sia giusto, che sia giusto quello che ci fanno".

Sulla maglietta i nomi di altri ragazzi afroamericani uccisi dalla polizia. Una lista che si allunga ogni giorno di più. Sabato, sempre in Texas, un altro ragazzo di 19 anni disarmato é stato ucciso da un poliziotto bianco. Negli Stati Uniti si riapre dunque il dibattito sull'operato della polizia e sulla questione razziale.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.