Navigation

Emergenza incendi nel sud della Francia

Contenuto esterno

Vento, caldo e siccità hanno riattivato un vasto rogo nel dipartimento della Gironda. Da quasi 24 ore è tornato a bruciare un immenso rogo nel sud-ovest della Francia, dove già a luglio si era verificato un gigantesco incendio: da martedì intorno a mezzogiorno le fiammo hanno già incenerito 6000 ettari di pineta.

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 agosto 2022 - 19:00
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

A quasi un mese dall'inizio del gigantesco incendio nel sudovest della Francia, in Gironda, il fuoco è ripreso con vigore da martedì divorando 6000 ettari di foresta e costringendo allo sfollamento di 6000 persone.

Si tratta di un incendio "molto vigoroso" che è andato avanti "per tutta la notte" nel sudest di Landiras, in Gironda, già teatro di un gigantesco incendio scoppiato il 12 luglio, ha detto alla stampa Martin Guespereau, prefetto delegato del dipartimento.

Martedì sera sono stati bruciati 1000 ettari di foresta. Poi, in poche ore durante la notte, un fronte di fuoco galoppante ha divorato altri 5000 ettari in vari settori tra la Gironda e le Landes, un dipartimento più a sud sulla costa atlantica. Un "grande incendio", "molto più virulento e rapido" rispetto a quello di luglio, ha sottolineato il comandante generale dei vigili del fuoco locali, Marc Vermeulen.

Il ministro degli interni francese, Gérald Darmanin, ha dichiarato di avere "forti sospetti che l'incendio" nel sudovest "sia opera di piromani".


 

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?