Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Ciclismo sotto shock Doping, Froome trovato positivo alla Vuelta 2017

Christopher Froome ritratto durante la 12esima tappa della Vuelta, il Giro di Spagna

Il ciclista britannico Chris Froome alla 12esima tappa dell'ultimo Giro di Spagna.

(Keystone)

Il britannico Chris Froome è risultato positivo ai test anti-doping del Giro di Spagna, che ha vinto quest’anno per la prima volta. Lo ha reso noto mercoledì l’Unione ciclistica internazionale (UCI). 

Le analisi, dalle quali emerge un valore doppio del consentito del broncodilatatore salbutamolo, sono state effettuate il 7 settembre, alla fine della 18esima tappa della Vuelta (leggi il comunicatoLink esterno).

"Conosco perfettamente le regole. Nel corso del Giro di Spagna la mia asma si è aggravata", dichiara Froome in una nota, spiegando di soffrirne da molto tempo, "e ho aumentato la dose di salbutamolo su consiglio del medico del team Sky".

"Ho avuto cura di non sorpassare i limiti autorizzati dall’UCI nell’assunzione di questo medicamento", prosegue, "e sono pronto a rispondere a tutte le domande dell’Unione."

(1)

Il commento del giornalista ed ex ciclista Antonio Ferretti alla notizia di Froome trovato positivo ai test anti-doping

Chris Froome, 32 anni, ha vinto quattro Tour de France (2013, 2015, 2016, 2017) e nel 2018 punta al Giro d’Italia per vincere almeno una volta ognuno dei tre grandi Tour.

Fine della finestrella

Per il momento, rendo noto l’UCI, Froome non sarà sottoposto a sospensione provvisoria. Seguirà una lunga serie di test specifici per confermare o smentire un abuso della sostanza.

tvsvizzera.it/ri con RSI (TG del 13.12.2017)

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box