Austria, "barriera tecnica" per controllare l'ingresso dei migranti

Una scelta che fa già discutere gli Stati membri

L'Austria, confrontata con un costante flusso di profughi, potrebbe trincerarsi dietro a un muro. Vienna ha infatti annunciato la costruzione di una recinzione al confine con la Slovenia.

La Ministra dell'Interno Johanna Mikl-Leitner ha subito precisato che si tratta di una "barriera tecnica", per garantire un'entrata nel Paese maggiormente controllata e non si tratta di chiudere le frontiere. Martedì, la Germania ha criticato l'operato austriaco in materia dei migranti sostenendo che Vienna ne lascia transitare a migliaia verso la Baviera, ma senza alcun controllo.

Parole chiave