Navigation

Sri Lanka, continua la caccia ai terroristi

Le forze di sicurezza dello Sri Lanka hanno lanciato un assalto contro un nascondiglio di sospetti jihadisti venerdì notte. Almeno 15 persone, tra cui sei bambini, sono state trovate morte dopo la fine di uno scontro a fuoco. Nel frattempo il bilancio dei morti degli attentati di Pasqua è stato rivisto al ribasso.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 aprile 2019 - 13:12
tvsvizzera.it/Zz/ats con RSI (TG del 27.04.2019)
Contenuto esterno


Mentre soldati e polizia cercavano di entrare in quello che avevano segnalato come un nascondiglio dell'organizzazione National Towheed Jama, cellula terroristica definita responsabile degli attentati Pasqua. 

Durante lo scontro a fuoco con le forze di sicurezza, tre uomini si sono fatti saltare in aria, uccidendo tre donne e sei bambini. Un totale di 15 corpi senza vita sono stati trovati. 

Precedentemente, la polizia aveva annunciato di aver sequestrato 150 candelotti di dinamite e una bandiera dell'Isis durante una perquisizione nella città di Sammanthurai. 

L'allerta resta elevatissima nel paese. Keystone / M.a. Pushpa Kumara


Bilancio al ribasso

Gli attentati suicidi avvenuti a Pasqua hanno colpito chiese e alberghi di lusso e hanno ucciso 253 persone, e non 359 come comunicato precedentemente.  Oltre 100 in meno quindi.

A fornire i nuovi dati è stato il ministro della Salute che ha parlato di un errore nel calcolo dei morti parlando alla BBC.

Il leader del gruppo che ha guidato l'attacco, Zahran Hashim, ricercato per giorni, sarebbe in realtà morto durante gli attentati di domenica, secondo le autorità dello Sri Lanka, che hanno annunciato di ritenere che ci siano ancora decine di terroristi a piede libero. 


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.