Navigation

Al bando il vessillo sudista?

Dopo la strage di Charleston gli USA riflettono

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 giugno 2015 - 13:08

A una settimana dalla strage a sfondo razziale nella chiesa di Charleston in cui hanno perso la vita 9 afroamericani, continua negli Stati Uniti il dibattito sulla bandiera confederata, considerata da molti simbolo di odio razziale e schiavismo. Molti colossi della grande distribuzione hanno scelto di non venderla più e anche la governatrice della Carolina del Sud ha chiesto la rimozione del vessillo dei sudisti da tutti gli edifici pubblici dello Stato.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?