Navigation

"Per favore aiutateci, siete la nostra ultima speranza"

Le mamme di Plaza de Mayo non cedono e chiedendo conto dei figli scomparsi

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2016 - 20:49

Sono passati 40 anni, ma le mamme di Plaza di Mayo, ovvero le donne che hanno perso sotto i colpi della dittatura argentina i figli - spesso spariti nel nulla - continuano a protestare e a chiedere la verità su quanto accaduto durante gli anni della cosiddetta guerra sporca.

Giovedì, a Buenos Aires, si è svolta la marcia numero duemila.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.