Navigation

"Capisco il Ticino ma..."

Claudio Micheloni commenta lo stato dei rapporti tra Italia e Svizzera

Questo contenuto è stato pubblicato il 30 gennaio 2014 - 10:05

"È legittima la volontà del Ticino di rinegoziare l'accordo sui frontalieri ma è altrettanto legittima da parte dell'Italia la difesa degli interessi dei propri lavoratori", ha detto Claudio Micheloni, eletto nella circoscrizione senatoriale estero, in merito a questo momento particolare dei rapporti italo-svizzeri.

La questione fiscale è piuttosto complessa, ha precisato il politico residente nella Confederazione, e il rinvio sarà utile per giungere alla conclusione di un'intesa. In relazione all'assenza di Enrico Letta al forum per il dialogo italo-svizzero del 30 e 31 gennaio a Berna Claudio Micheloni ha detto di ritenere probabile la visita "del presidente del Consiglio nei prossimi mesi, in occasione della conclusione degli accordi che sono in corso di negoziazione".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.