Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

#3 "Un'impresa sopravvive solo se è competitiva"

Le valutazioni di Fulvio Alvisi, vicepresidente della Camera di commercio di Como

Fulvio Alvisi è titolare di uno studio di desing tessile, ed è vicepresidente della Camera di commercio di ComoLink esterno. Ha una visione integrata dell'economia di frontiera e ritiene che i flussi tra Canton Ticino e Lombardia "in un senso o nell'altro, a seconda dei periodi storici" abbiano "sempre portato dei benefici ad entrambi".

Negli ultimi anni, rileva, sono state soprattutto delle multinazionali –e non solo italiane- ad approfittare delle facilitazioni burocratiche e fiscali, e delle buona logistica offerte dal Canton Ticino. Ci sono poi aziende che hanno allargato la loro attività con una succursale oltre confine.

Quanto ai trasferimenti veri e propri, Fulvio Alvisi ritiene che si tratti della categoria più esigua, un fenomeno più che altro evocato dalla stampa e sul quale non si dispone di dati precisi. Dubita però che riparare in Svizzera possa salvare un'azienda in difficoltà.

Se da una parte non è possibile desumere quanti imprenditori chiudano a Como per riaprire oltre confine, dall'altra è lampante che la Provincia ha il numero di imprese (attive) più basso dal 2007Link esterno. Ciò che, precisa il vicepresidente della Camera di Commercio, non è influenzato in modo evidente dalla concorrenza ticinese.

Non solo. In una visione integrata dell'economia di frontiera, "far nascere nuove imprese è sempre positivo", e la storia e i legami tra i due Paesi testimoniano una capacità di "armonizzare, fare rete", per permettere una crescita da entrambe le parti. In un'ottica imprenditoriale, la concorrenza è anche stimolo.

Per elaborare delle strategie di rilancio economico, spiega Fulvio Alvisi, è necessaria una visione più ampia: oggi "le imprese si affacciano su un solo mercato, che è il mondo". Sono meno rigidi i confini –"oggi guardiamo con attenzione all'Estremo e Medio Oriente, agli Stati Uniti, la Russia, il Brasile"- sono più globali i consumi "non togliete il pesce spada, il mango o l'avocado dalle tavole dei ticinesi".

Intanto, però, la Regione Lombardia ha inviato a Roma una Proposta di legge al Parlamento per l'istituzione di Zone economiche specialiLink esterno. Le ha promosse il governatore Roberto Maroni proprio in virtù del confine con la Svizzera, per promuovere l'economia "e contrastare la delocalizzazione".

Anche su questo punto, il vicepresidente della Camera di commercio di Como invita a una visione più ampia.

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Abbonamento alla newsletter

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

Neuer Inhalt

Facebook Like-Box

×