Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Piena improvvisa Gole del Raganello, sospese le ricerche

Sono dieci le persone morte lunedì in Calabria dopo essere state travolte dall'acqua nelle gole del torrente RaganelloLink esterno, gonfiatosi improvvisamente a causa di forti precipitazioni a monte del luogo del disastro. 

(3)

Servizio TG

Le ricerche sono andate avanti per tutta la notte e la giornata di martedì nella zona delle Gole del Raganello, in Calabria, nel Parco nazionale del Pollino. 

Tre giovani pugliesi di cui non si aveva notizia sono infatti stati rintracciati e sono in buone condizioni. I tre si erano accampati in una località a monte della zona del disastro, dove i cellulari non hanno campo.

In precedenza durante la giornata una delle persone rimaste ferite gravemente era deceduta nell'ospedale di Cosenza portando a 10 il numero dei morti accertati. Un primo bilancio fornito martedì mattina faceva stato di 11 persone decedute, ma è stato in seguito corretto.

(1)

Mappa gole del Raganello

La gola nella quale si trovavano le vittime in alcuni punti era larga solo quattro metri, ha spiegato il capo della Protezione civile calabrese Carlo Tansi, e questo ha fatto sì che l'acqua accelerasse considerevolmente. La forza della corrente ha trascinato gli escursionisti per chilometri e ha reso in seguito molto difficoltosi i soccorsi.

"Un corpo è stato trovato a distanza di cinque chilometri dal punto dell'alluvione", ha detto Tansi.

Una parte degli escursionisti era riuscita a mettersi in salvo su alcune rocce e a poco a poco sono stati recuperati. Tra di loro anche una bimba in ipotermia che è stata portata nell'ospedale di Cosenza in elicottero.

(2)

Immagini dal luogo della tragedia

"Le ondate di piena nel torrente Raganello ci sono spesso d'inverno, ma non era mai capitato d'estate, quando il torrente è molto frequentato dai turisti", spiega Luca Franzese, responsabile del soccorso alpino della Calabria. 

Ieri, invece, afferma il soccorritore, l'ondata di piena è arrivata all'improvviso e il livello del torrente ha raggiunto "i due metri, due metri e mezzo. E - ricorda Franzese - era impossibile accorgersene perché in quel tratto non stava nemmeno piovendo".

La Procura della Repubblica di Castrovillari ha intanto aperto un fascicolo contro ignoti ipotizzando i reati di omicidio colposo, lesioni colpose, inondazione e omissione d'atti d'ufficio.

tvsvizzera.it/Zz/ats con RSI

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box