Navigation

Pandemia e filiera alimentare, tra chi fa affari e chi fatica

L'epidemia di coronavirus ha messo in difficoltà i produttori di alcuni generi alimentari mentre ha favorito la vendita di altri. Il caso di pasta e limoni nel servizio della Radiotelevisione svizzera.

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 aprile 2020 - 21:14
tvsvizzera.it/Zz con RSI (TG del 28.04.2020)
Contenuto esterno

In questo periodo i limoni sono talmente richiesti che la produzione fatica a soddisfare la domanda e il loro prezzo è raddoppiato dall'inizio della pandemia.

Ciò è dovuto anche al fatto che questi agrumi vengono utilizzati come disinfettante naturale. 

Dopo alcune difficoltà iniziali, lo stabilimento di Costieragrumi, in Campania, sta ora lavorando a pieno regime.

Contenuto esterno


Ma se per alcuni gli affari vanno bene, così non è per altri. I pastifici artigianali, ad esempio, hanno subito un duro colpo.  

"La produzione è ripresa, ma a rilento", dice il responsabile della Fabbrica della pasta di Gragnano. "Molti clienti, anche esteri, hanno annullato gli ordini e pure i pagamenti e ci siamo ritrovati con il deposito pieno ", spiega.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.