Navigation

Vaccino per il coronavirus, a che punto sono i lavori?

Il nuovo coronavirus al microscopio elettronico. Keystone

Tra i vaccini contro il Sars-CoV2 che si trovano in fase di sperimentazione avanzata c'è quello prodotto da AstraZeneca e messo a punto dall'Università di Oxford e dal centro di ricerca IRBM di Pomezia. La Radiotelevisione svizzera ha incontrato uno dei responsabili di questo centro.

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 ottobre 2020 - 20:52

Attualmente la sperimentazione per il vaccino di AstraZeneca sta interessando 50'000 persone. La speranza di Matteo Liguori, Managing director di IRBM, è che un'approvazione definitiva arrivi entro la fine dell'anno. 

AstraZeneca ha già iniziato la produzione in massa del vaccino sperimentale, pur cosciente del rischio che se quest'approvazione non dovesse arrivare, le dosi già prodotte si rivelerebbero inutili. Se invece ci sarà un via libera, al distribuzione potrebbe cominciare da subito. Ma affinché la cura sia disponibile nel mondo intero, ci vorrà tempo. 

L'intervista completa nel servizio del Telegiornale:

Contenuto esterno


Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.