Navigation

Lite tra circensi, un morto

Il messaggio che Alex Orfei ha pubblicato sulla sua pagina Facebook FB/RSI

Alex Orfei arrestato in Calabria per aver accoltellato un 46enne di un circo rivale

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 agosto 2016 - 15:20

La rivaliità tra circensi ha fatto un morto in Italia. Alex Orfei, 31enne acrobata nipote della celebre Moira, è finito in carcere in Calabria per aver accoltellato un 46enne, contitolare con un fratello del circo intitolato a "Donato Orfei", ma estraneo alla famiglia.

L'arrestato era a Tropea per la tappa della tournée del circo Amedeo Orfei circoamedeoorfei.altervista.org

E proprio l'uso del nome "Orfei" sarebbe all'origine di quanto avvenuto fuori da un supermercato nei dintorni di Tropea, dove l'arrestato ha ferito gravemente il rivale che è poi deceduto in ospedale.

Risalire all'accoltellatore è stato un attimo per gli inquirenti grazie a quanto postato da Alex Orfei sulla sua pagina Facebook: un crescendo di improperi nei confronti della compagnia rivale, a sua volta in tour in Calabria. Fino ad arrivare a "E uno saccagnato. E ora tocca all'altro", con tanto di emoticon sorridente. A lasciare intendere che la sua opera non era ancora finita.

Tutte le altre notizie su www.rsi.chLink esterno

Diem/ANSA

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.