Navigation

Formigoni, chiesti 9 anni di carcere

Per il caso Maugeri chiesti 9 anni di carcere Keystone

Caso Maugeri: per i pm milanesi, l'ex governtaore lombardo sarebbe stato "il capo e il promotore" di un "gruppo criminale"

Questo contenuto è stato pubblicato il 15 aprile 2016 - 21:29

I pm di Milano, Laura Pedio e Antonio Pastore, hanno chiesto la condanna a 9 anni di carcere per Roberto Formigoni, imputato per associazione per delinquere e corruzione nel caso Maugeri. I pm hanno chiesto altre nove condanne, e in particolare 8 anni e 8 mesi per il faccendiere Pierangelo Daccò e per l'ex assessore lombardo Antonio Simone.

A capo di un gruppo criminale

L'allora governatore lombardo Roberto Formigoni sarebbe stato "il capo e il promotore" del "gruppo criminale" che ha fatto "commercio privato delle funzioni pubbliche". Lo ha affermato il Pm Antonio Pastore nella requisitoria nel processo sul caso Maugeri che vede alla sbarra il senatore di Ncd e altre nove persone, tra cui il faccendiere Pierangelo Daccò.

"Se non ci fosse stato l'arresto di Daccò per il caso San Raffaele e se il fiduciario Grenci non avesse portato la contabilità in Procura, la corruzione sistematica che durava da oltre 10 anni sarebbe proseguita", ha spiegato il Pm. Secondo l'accusa, "senza l'adesione di Formigoni l'associazione per delinquere non sarebbe nata" e da lui ci furono "ordini e pressioni" per favorire gli enti ospedalieri amici in cambio di tangenti. Il Pm ha sottolineato anche che tra il settembre del 2009 e lo stesso mese del 2011 "ci furono 861 contatti telefonici" tra l'allora presidente della Regione, il faccendiere Daccò e lo stretto collaboratore di Formigoni, Villa.

La difesa di Formigoni: un teorema fantascientifico

"Quello del Pubblico Ministero è un teorema fantascientifico, una vera fiction senza alcun riferimento alla realtà e senza alcuna prova. Il teorema dei pm - ha dichiarato Roberto Formigoni - raggiunge le vette del ridicolo quando si sofferma sulle cosiddette utilità. Basti un esempio: essere ospitato su una barca per alcuni giorni ha coinciso, per i pm, con il diventare proprietario della barca stessa. Non sarà difficile per le mie difese smontare punto per punto questa assurda e irrazionale costruzione".

ansa

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.