Navigation

Italia, 475 morti e mille guariti in 24 ore

L'epidemia di Covid-19 ha causato la morte di altre 475 persone in Italia. Quello di mercoledì è il peggior bilancio dall'inizio dell'emergenza: neppure in Cina, paese da cui ha avuto origine la pandemia, si è mai registrato un numero di decessi così alto in 24 ore. Si contano però anche 1'084 guariti in più, che portano il totale a 4'025, secondo quanto riferito dal commissario per l'emergenza Angelo Borrelli.

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 marzo 2020 - 22:30
tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 18.03.2020)
Contenuto esterno

Il numero di decessi, dai primi casi di contagio conclamati intorno al 21 febbraio, sale a 2'978. Si contano al momento 2'257 malati ricoverati in terapia intensiva, dei quali 924 in Lombardia, regione che piange anche il maggior numero di morti nel dato giornaliero (319). Dei quasi 29'000 malati complessivi, oltre metà è stata ricoverata con sintomi, gli altri sono in isolamento a domicilio.

A livello mondiale, i contagi registrati hanno superato mercoledì 200'000. Il numero di decessi è ormai oltre gli 8'000.

Contenuto esterno

Mentre l'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) lancia un allarme per l'Africa, dove i casi continuano ad aumentare, negli Stati Uniti e nel Regno Unito si osserva un balzo in avanti nei contagi e nei decessi.

Il governo britannico ha annunciato mercoledì la chiusura delle scuole. La settimana prossima, la capitale Londra potrebbe essere sottoposta ad isolamento.

Contenuto esterno
Contenuto esterno

​​​​​​​

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.