Navigation

Lampedusa, continuano gli sbarchi

24 luglio 2020: un gruppo di migranti provenienti dall'Africa sud-sahariana dopo l'arrivo a Lampedusa. Keystone / Concetta Rizzo

Da giorni a Lampedusa sono ricominciati i flussi migratori come non si vedevano da tempo. Nella notte tra domenica e lunedì sono sbarcate a Lampedusa 114 persone soccorse da due barconi, aggiungendosi alle centinaia già arrivate negli ultimi giorni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2020 - 13:06

Inizialmente la Guardia costiera italiana aveva rintracciato al largo dell'isola 70 tunisini su un natante. Poco dopo la Capitaneria ha avvistato e agganciato un altro barcone con a bordo 44 extracomunitari: 4 marocchini e 40 originari del Bangladesh.

Anche i due gruppi sono stati portati al centro di prima accoglienza dove si trovano, al momento, 650 persone, quando la capienza massima dovrebbe essere di 95 persone. Una situazione di emergenza su cui il sindaco dell'isola Totò Martello da tenta di richiamare l'attenzione di Roma. "Se il Governo non proclamerà lo stato di emergenza  lo farò io", ha detto.

Il servizio del Telegiornale:

Contenuto esterno


tvsvizzera.it/Zz/ansa con RSI (TG del 27.07.2020)

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.