Navigation

Traffico nel Mendrisiotto: ridurre i posteggi per togliere auto dalle strade

Questo contenuto è stato pubblicato il 07 febbraio 2014 - 14:37

Quali le soluzioni possibili per migliorare la situazione del traffico nel Mendrisiotto? La domanda è stata al centro della tavola rotonda organizzata dall'Associazione ticinese utenti trasporti pubblici tenutasi ieri sera a Mendrisio. L'incontro ha visto la presenza del direttore del Dipartimento del territorio Claudio Zali, il quale ha offerto ulteriori dettagli e commenti sulla sua proposta di riduzione del numero di posteggi nell'ottica di limitare il transito di veicoli con targhe italiane.

A commentare favorevolmente tale proposta, è il presidente della Commissione regionale dei trasporti Mauro Carobbio, anche lui presente alla serata, che si dice contento per le proposte che intendono affrontare un problema urgente come questo.

Se dei suoi paesaggi e delle sue tradizioni il Mendrisiotto può andarne fiero, lo stesso non si può dire dell'immensa quantità di veicoli che ogni giorno si riversa nelle strade della regione, visto che il problema tocca chiunque transiti a sud del Ticino e, ancor di più, chi ci vive.

Il problema è quindi organico e il Cantone cerca di parare il colpo raccogliendo anche qualche soddisfazione, come il continuo successo dell'abbonamento Arcobaleno che lo scorso anno ha conosciuto un incremento del 5%. Ciò che è chiaro è che, per liberare il Mendrisiotto dalla morsa del traffico, tutti, partendo dalle auotrià, passando alle imprese e fino ai cittadini, devono fare la loro parte.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.