Navigation

Ticino, due poliziotti accusati di favoreggiamento

Uno dei due agenti frequentava una prostituta senza permesso. Il collega ne era al corrente

Questo contenuto è stato pubblicato il 13 giugno 2016 - 19:49

È sfociata in un decreto d'accusa l'inchiesta per favoreggiamento, aperta lo scorso anno contro due agenti della polizia cantonale.

La vicenda riguarda una prostituta straniera che i poliziotti sapevano essere senza permesso e che non segnalarono alle autorità.

Dall'esito del procedimento dipenderanno le eventuali sanzioni sul fronte amministrativo, che potrebbero comportare conseguenze anche più pesanti della condanna in sé. Non è la prima volta che, quest'anno, dei poliziotti della cantonale finiscono nel mirino della Procura. In febbraio, c'è stato un altro decreto d'accusa. Stavolta per discriminazione razziale, contro il sergente che aveva pubblicato su Facebook, frasi e immagini di stampo nazista.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.