Navigation

Nigeriano, ricercato per omicidio in Italia, arrestato a Chiasso

Il fermato, sospettato di aver ucciso a coltellate un 49enne a Crotone, era fuggito in Svizzera dove intendeva chiedere asilo

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 agosto 2015 - 20:57

Un richiedente asilo nigeriano è finito in manette a Chiasso in relazione a un omicidio commesso lo scorso 11 agosto a Crotone. Gli agenti della polizia cantonale lo hanno fermato ieri alla stazione della città di confine in esecuzione di un mandato di cattura internazionale spiccato lo stesso giorno dalle autorità italiane.

Il 23enne era ospitato nel centro di registrazione di Chiasso, dove intendeva ottenere il riconoscimento del diritto d'asilo. Gli inquirenti ritengono che il giovane africano abbia ucciso a coltellate un 49enne crotonese.

Il presunto assassino è stato identificato grazie alle videocamere poste nei pressi del luogo del delitto e successivamente è stato rintracciato dopo che il suo cellulare si era agganciato a un'antenna telefonica nella zona di Como. Una circostanza che ha rivelato la sua intenzione di fuggire in Svizzera, dove è stato poi effettivamente arrestato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.