Navigation

Montagna: Boschi, uomini e animali

di Bruno Bergomi

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 ottobre 2014 - 11:25

Quattro personaggi legati al bosco ci raccontano la loro relazione con l'ambiente E le loro sensazioni sull'arco delle quattro stagioni. Un ingegnere forestale di sessant'anni, Roberto Buffi, della zona di Locarno, è orientato sempre più verso uno sviluppo naturale della foresta. Andrea Guglielmetti è il forestale responsabile del settore del Basso Mendrisiotto E' un grande appassionato di fotografia. Ha immortalato i boschi di casa nostra, ma anche le foreste del Nord America. Patrizia Acquistapace, venticinque anni, è una giovane forestale E' prima e unica donna istruttrice degli apprendisti in campo selvicolturale della Svizzera. Venanzio Terribilini di Vergeletto è un capo guardiacaccia in pensione. La sua relazione con il bosco è legata soprattutto agli animali selvatici: predatori e selvaggina. Quattro storie sul bosco, all'interno dei boschi. Quattro letture diverse di una risorsa naturale importante per il nostro paese, sotto tutti i punti di vista: della protezione e dello svago, dell'aspetto economico e di quello ecologico. Le storie sono accompagnate da poesie interpretate da Angelo Frigerio: "Il pioppo" di Ada Negri, "Specchio" di Salvatore Quasimodo, "A cör sicür" di Pino Bernasconi, "Tante foreste" di Jacques Prévert e "Li pensieri dell'Arberi" di Trilussa.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.