Navigation

La polizia ha ragione...

tvsvizzera

Gli agenti comunali di Caslano avevano rifiutato di accettare 400 pezzi da 5 centesimi per il parziale pagamento di una multa. La legge è chiara: hanno fatto bene

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 marzo 2015 - 11:24

La polizia aveva ragione. Ma su cosa? Presto detto. Aveva suscitato un certo scalpore il fatto che la polizia comunale di Caslano avesse rifiutato il parziale pagamento di una multa non accettando 400 monetine da 5 cts. Ma cosa è successo veramente? La ragazza, una cameriera, aveva messo mano alla propria personale raccolta di monetine da 5 cts (racimolate grazie alle mance) per pagare una multa da 100 franchi. La polizia si è semplicemente rifiutata di accettare le 400 monetine.

Ma chi ha ragione? La polizia o la cameriera? Adesso possiamo dirlo: la polizia. E non lo diciamo noi ma la legge federale sull'unità monetaria e i mezzi di pagamentoLink esterno (del 1999). L'articolo 3 cita: "Chiunque è tenuto ad accettare in pagamento fino a cento monete circolanti svizzere."

Dunque la polizia comunale di Caslano si è comportata correttamente. La ragazza d'altra parte ha poi pagato la multa, utilizzando banconote...

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.