Navigation

Forward Racing, arrestato l'ex socio di Cuzari

Mario Rezzi, fino a qualche anno fa, lavorava per l'agenzia pubblicitaria della scuderia; avrebbe contribuito a orchestrare un giro milionario di sponsorizzazioni fittizie

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 luglio 2015 - 21:05

Nuovi, importanti sviluppi nell'inchiesta avviata dalla magistratura ticinese sul presunto giro milionario di sponsorizzazioni fittizie che vede coinvolta la Forward Racing di Agno, la scuderia di Giovanni Cuzari. Lunedì è finito in manette anche il suo ex-socio, Mario Rezzi. La polizia lo ha fermato a Paradiso, nell'abitazione della compagna, dando seguito così all'ordine di arresto emesso nei giorni scorsi contro di lui.

Fino a qualche anno fa Rezzi lavorava per la Media Action, l'agenzia pubblicitaria della Forward Racing. È l'ex-braccio destro di Cuzari, sul quale il patron della Forward ha scaricato, a verbale, buona parte delle responsabilità. Rezzi verrà sentito martedì anche dal procuratore generale John Noseda, che valuterà se chiederne o no la carcerazione preventiva.

L'ipotesi – ricordiamo - è che i contratti con gli sponsor fossero parzialmente fasulli. Un sistema orchestrato per evadere il fisco italiano, a cui si sarebbero aggiunte delle truffe carosello sull'IVA.

Intanto, la Scuderia Forward Racing ha comunicato che non sarà in pista in alcuna categoria a Indianapolis a causa anche del fuggi-fuggi di sponsor. Lascia però aperta la possibilità di scendere sulla griglia di Brno a metà agosto.

Francesco Lepori

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.