Navigation

Bande e buoi dei paesi tuoi...

Il fenomeno (anzi, la tradizione) del frontalierato esiste in Ticino anche nell'ambiente delle filarmoniche, un mondo che andiamo ad esplorare nel reportage della trasmissione della Radiotelevisione svizzera Falò.  

Questo contenuto è stato pubblicato il 29 luglio 2018 - 10:00
Gianni Gaggini, Falò RSI
Contenuto esterno


Come stanno le filarmoniche ticinesi? Anche se le bande sono uno degli elementi più resistenti della cultura popolare del cantone, i problemi non mancano: strutture precarie, mezzi limitati, difficile ricambio generazionale.

Eppur si suona! Ma come? Così nel mercato del lavoro ticinese oppure nel calcio minore,  anche nell'ambiente bandistico è forte l’afflusso dei frontalieri musicali. Falò lo racconta in un divertente reportage attraverso personaggi e musica del Canton Ticino.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.