Navigation

Ebola a Varese, un caso sospetto

Simulazione di trasporto di un paziente affetto da Ebola fatta a Malpensa ansa

Di ritorno dall'Africa, un uomo presenta sintomi compatibili con la malattia

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 giugno 2015 - 17:44

Un uomo, di ritorno da un viaggio in Africa, si è presentato al pronto soccorso di Varese mercoledì mattina, con sintomi compatibili al virus Ebola. Nel nosocomio cittadino sono cominciate subito le manovre stabilite dal protocollo ministeriale italiano, come confermato alla RSI da una fonte interna dell'azienda ospedaliera, a partire dalla vestizione di medici ed infermieri con speciali tute di protezione.

Il paziente è stato posto in isolamento in un'ala dello stesso punto di pronto soccorso e sono stati eseguiti una serie di test clinici, inviati all'Ospedale Sacco di Milano, uno di quelli attrezzati in Lombardia per stabilire se si tratta della temuta malattia. I risultati dovrebbero arrivare entro le 23 di mercoledì.

Se il referto dovesse essere positivo, il malato sarà trasferito all'interno del reparto infettivi di Varese, in attesa di partire per la struttura Spallanzani di Roma, deputata per il trattamento della malattia in Italia. La direzione della struttura varesina non rilascia commenti, essendo la competenza del ministero della salute.

sdr

Queste e altre news su rsi.ch/newsLink esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.