Navigation

9 febbraio, quali aspettative?

A un anno dal voto 'contro l'immigrazione di massa', in Ticino il dibattito è ancora aperto e l'UDC lancia accuse

Questo contenuto è stato pubblicato il 09 febbraio 2015 - 23:09

Il 9 febbraio è una presenza parecchio ingombrante sul calendario della politica svizzera. A dodici mesi dal voto contro l'immigrazione di massa è sempre aperto il dibattito. In casa degli iniziativisti in primo luogo: complice anche la campagna elettorale, l'UDC Ticino va all'attacco lanciando accuse, anche contro il governo cantonale.

Nell secondo servizio, sentiremo invece se e come è cambiata, a un anno di distanza, la posizione dei partiti in Ticino, tra i contrari e i favorevoli all'iniziativa 'contro l'immigrazione di massa'. Quali sono ora le aspettative?

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.