Pro natura - 2020 Il gatto selvatico è animale dell'anno

Il gatto selvatico europeo (Felis silvestris) è stato eletto animale dell'anno 2020 da Pro Natura. Il felino, scampato all'estinzione nonostante decenni di caccia intensiva, si sta di nuovo diffondendo ma la specie non è fuori pericolo, indica l'associazione svizzera.

Felino simile a un gatto domestico, tranne che per la coda ad anelli, cammina in un prato tenendo in bocca un topo

Non è docile né facilmente avvicinabile.

Keystone / Fabrice Cahez

In Svizzera, il gatto selvatico è diffuso nei boschi e nelle praterie della catena del Giura. Si stimano circa 900 esemplari. A sud delle Alpi è invece assente.

Come indica il nome latino Felis silvestris, vive nei boschi al riparo da occhi indiscreti. Si ciba di topi e altri piccoli animali. Non è docile né facilmente avvicinabile.

Era quasi scomparso dal nostro Paese poiché intensamente cacciato nel XVIII e XIX secolo per la sua pelliccia. Non ve n'era più traccia nell'Altipiano e fino a una decina di anni fa si sapeva poco della specie.

Cartina della Svizzera con quadratini rossi che coprono parte del nord-ovest del Paese

Dal sito di Pro Natura, cartina della diffusione del gatto selvatico in Svizzera. Ogni quadratino indica una o più osservazioni (situazione novembre 2019).

© dati: info fauna / © sfondo cartina: swisstopo

Ricerche recenti hanno dimostrato che il gatto selvatico se la cava bene anche fuori dal bosco, riferisceLink esterno Pro Natura, purché trovi un numero sufficiente di nascondigli e vie di transito sicure.

Ci sono dunque buone possibilità che si diffonda fino alle Prealpi, ma affinché questo avvenga è necessario che vi siano habitat adatti e una gestione responsabile dei gatti domestici: attualmente, infatti, l'incrocio (ibridazione) costituisce la principale minaccia per il gatto selvatico.

Parole chiave