Gli adolescenti che trascorrono più di tre ore al giorno utilizzando i social media hanno una più alta probabilità di sviluppare problemi di salute mentale.

A mettere in guardia nei confronti di un possibile fattore di rischio per ansia e depressione è uno studio pubblicato sulla rivista scientifica Jama Psychiatry.

Condotto da ricercatori della Johns Hopkins University di Baltimora, negli Stati Uniti, lo studio ha incluso un campione rappresentativo a livello nazionale di circa 6600 adolescenti statunitensi (di età compresa tra 12 e 15 anni) che hanno riportato il tempo trascorso sui social media durante una giornata tipo e le informazioni sui loro problemi di salute mentale.

Dopo aver tenuto conto di fattori che potevano influenzare i risultati, come l'uso di droghe o alcol, gli autori dello studio hanno osservato che i ragazzi che utilizzavano i social media più di tre ore al giorno hanno una più alta probabilità di segnalare problemi come depressione, ansia e senso di solitudine, rispetto agli adolescenti che non li utilizzavano, o lo facevano per pochissimo tempo al giorno.

Numerosi meccanismi potrebbero spiegare l'associazione, precisano i ricercatori, guidati da Kira E. Riehm: gli adolescenti che usano troppo i social possono sperimentare un sonno di qualità scadente e aumentare il rischio di esser vittime di cyberbullismo. Inoltre, possono essere esposti a presentazioni di sé idealizzate che influenzano negativamente i confronti sociali nella vita reale.

Parole chiave

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box