Navigation

Parlamentari italiani: lo stipendio non si tocca

Rinviata in commissione la proposta dei 5 stelle che voleva dimezzare il salario agli onorevoli

Questo contenuto è stato pubblicato il 25 ottobre 2016 - 21:02

A un mese dal referendum che vuole abolire il bicameralismo, la camera dei deputati ha rinviato in commissione una proposta di legge del movimento 5 stelle che chiedeva il dimezzamento dello stipendio dei parlamentari. Per l'opposizione è la dimostrazione che Renzi fa oramai parte della cosiddetta casta. I politici italiani rimangono intanto per ora tra i più pagati in Europa.

Ecco le cifre: 10mila euro e rotti lordi di stipendio, 5mila netti. 3500 per le spese di soggiorno, altrettanti di rimborsi spese. E ancora 1200 per il telefono.

Dimezzamento del salario e sforbiciate varie, la proposta dei grillini avrebbe consentito un risparmio totale di oltre 80 milioni di euro l'anno. Gli onorevoli però hanno detto no. Taglio rinviato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.