Pandemia USA, le morti legate al coronavirus superano le 250'000

Cartello chiusura scuole

Scuola a distanza per gli allievi di New York.

Keystone / Justin Lane

Il bilancio del coronavirus ha superato la soglia del quarto di milione di morti mercoledì negli Stati Uniti, mentre il sistema scolastico della città di New York ha decretato lo stop delle lezioni in presenza di fronte a un nuovo incremento delle infezioni.

La chiusura delle scuole e di ricorrere solo all'insegnamento a distanza nella città era prevista nel caso la media del tasso di positività fosse stata del 3% o più nell'arco di sette giorni. 

Situazione che si è verificata e che ha creato qualche polemica poiché nelle stesse scuole questo tasso non supera lo 0,19%. Molti citano l'esempio europeo dove molti Paesi hanno lasciato aperte le scuole pur confinando altri settori.

Un altro aspetto sottolineato è che la Grande Mela, il primo grande focolaio registrato nel Paese, è attualmente una delle zone meno colpite.

In alcuni Stati, specialmente nell'Upper Midwest, la situazione è molto più preoccupante con un tasso di positività che raggiunge in alcuni casi il 50%. In Minnesota i reparti di terapia intensiva degli ospedali sono occupati al 90% e il governatore ha ordinato la chiusura di ristoranti, bar, palestre, luoghi di divertimento.

Gli Stati Uniti hanno registrato 11,5 milioni di infezioni dall'emergere della pandemia. I morti nelle ultime 24 ore sono stati 1'400. "Non sono mai stato così preoccupato dall'inizio della pandemia", ha dichiarato alla CNN il direttore del John Hopkins Center for Health Security, Tom Inglesby.

Il servizio del Telegiornale:

tvsvizzera.it/Zz/reuters con RSI (TG del 19.11.2020)

Parole chiave