pandemia in Svizzera Di nuovo a Palazzo federale, ma con mascherina e plexiglas

I banchi del Consiglio degli Stati separati da pannelli di plexiglas

I banchi del Consiglio degli Stati separati da pannelli di plexiglas

Keystone / Peter Schneider

I parlamentari svizzeri tornano nelle aule di Palazzo federale dopo due sessioni extra muros a causa della pandemia di coronavirus. Ma per la sessione autunnale delle Camere federali, che si aprirà lunedì 7 settembre, sono state predisposte misure di sicurezza eccezionali per proteggere la salute dei deputati.

L’installazione di pannelli in plexiglas permetterà di ridurre il rischio di trasmissione del virus nelle aule e negli ambienti di lavoro dove le distanze non possono essere mantenute. La posa dei divisori, per un costo di 85'000 franchi, è stata ritenuta un’alternativa più economica rispetto ad altre soluzioni.

L'uso della mascherina è fortemente consigliato in tutto l'edifico, ma non obbligatorio. Solo ai membri del Consiglio degli Stati, durante la riunione dell'Assemblea federale, sarà imposto di indossare una mascherina poiché le loro postazioni non sono munite di divisori.

Oltre a doversi esprimere su tutta una serie di misure per limitare le conseguenze negative dell'epidemia, per le quali è prevista una sessione nella sessione, i parlamentari si consulteranno su dossier importanti come i provvedimenti a tutela del clima, i costi della sanità, l'AVS o il sostegno ai media.

tvsvizzera/ats/spal con RSI (TG del 3.9.2020)

Parole chiave