Nella notte Vasto incendio nella zona portuale di Ancona

Zona industriale portuale vista di notte con visibile rogo al centro e colonna di fumo denso che si alza

Le immagini del rogo nella notte.

Keystone / Arianna Moroni

Un incendio di vaste proporzioni è divampato mercoledì notte nella zona portuale di Ancona. Le fiamme sono partite attorno alla mezzanotte e trenta da un capannone; si sono sentiti anche dei boati. Non ci sono vittime né feriti, ma preoccupa il denso fumo nero che si è sprigionato: il Comune ha consigliato di tenere chiuse le finestre in via precauzionale, in attesa dei risultati delle analisi.

Nei capannoni interessati dall'incendio, che sarebbero stati distrutti dalle fiamme così come alcuni camion, potrebbero trovarsi solventi, vernici e altri materiali potenzialmente tossici. Dal rogo, che si è sviluppato nell'area ex Tubimar, si è levata una densa colonna di fumo che in mattinata era ancora nell'aria.

Le fiamme sono sotto controllo ma alcuni focolai sono ancora attivi e i vigili del fuoco hanno dichiarato che per completare le operazioni di spegnimento potrebbero volerci alcuni giorni.

Nella zona [al centro dell'immagine aerea] hanno sede diverse attività, tra cui una ditta che produce azoto liquido, una centrale elettrica e un impianto di metano.

Sul posto sono intervenute squadre di vigili del fuoco di Ancona, Macerata e Pesaro con autobotti e autoscale, nonché i mezzi della Protezione civile della Regione Marche e del Comune di Ancona.

Desiderate ricevere ogni settimana una selezione di nostri articoli? Abbonatevi alla newsletter gratuita.

tvsvizzera.it/ATS/ri con RSI (TG del 16.09.2020)

Parole chiave