Molinazzo di Monteggio Assalto a portavalori, autori in fuga in Italia

Due agenti -uno di fronte, l altro di schiena- accanto a un auto della polizia; cartello indica la presenza di una banca

A poche centinaia di metri dalla frontiera.

RSI-SWI

Malviventi hanno rapinato venerdì un furgone portavalori a Molinazzo di Monteggio, a poche centinaia di metri dalla frontiera con l'Italia, e sono fuggiti con lo stesso veicolo preso d'assalto. Il mezzo è stato in seguito ritrovato oltre confine con il conducente originario ancora a bordo, scosso ma incolume. Ignoto l'ammontare della refurtiva.

I rapinatori, almeno quattro, sono entrati in azione attorno alle 9 all'esterno della Banca Raiffeisen. Uno di essi, a volto coperto, ha minacciato con un'arma l'autista del portavalori, che era solo, e ne è nata una colluttazione. Un complice ha nel frattempo preso il controllo del furgone.

Dopo il colpo, i malviventi si sono dati alla fuga su diversi veicoli, in parte a bordo dello stesso furgone preso di mira, in direzione della dogana di Ponte Cremenaga. Hanno quindi fatto perdere le proprie tracce nonostante il dispositivo di ricerca cui hanno preso parte pattuglie di polizia cantonale, polizie comunali, guardie di confine e forze dell'ordine italiane.


Il mezzo è stato ritrovato poco prima di mezzogiorno ad Arcisate, Varese, dai carabinieri. I militari hanno sorpreso i rapinatori mentre cercavano di forzare le cassette contenenti i soldi, ma i malviventi sono riusciti a fuggire lasciando almeno parte delle casse sul posto.

A bordo del furgone c'era il conducente, scosso dall'accaduto ma in buone condizioni di salute. L'ammontare della refurtiva non è stato quantificato.

Lo scorso mese di aprile, nello stesso luogo, ladri avevano cercato di compiere un furto con scasso ai danni del bancomat dopo aver oscurato le telecamere di sorveglianza della banca. Il colpo non era riuscito anche a causa dell'entrata in funzione del sistema di allarme.

Parole chiave