Navigation

Maroni: "contromisure per tutelare i frontalieri"

"Prima i nostri", un sì del popolo ticinese che ha messo in allarme l'Italia. Immediata anche la reazione del governatore della Lombardia. La Confederazione relativizza

Questo contenuto è stato pubblicato il 26 settembre 2016 - 19:29

L'iniziativa "Prima i Nostri" ha suscitato naturalmente interesse anche in Italia. Il governo italiano ha sottolineato come il principio della libera circolazione delle persone non si possa violare. La Lombardia invece promette contromisure per tutelare i frontalieri.

Ecco anche la reazione del Consigliere federale Didier Burkhalter, responsabile del Dipartimento degli affari esteri, che risponde al suo collega italiano Paolo Gentiloni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.