Navigation

La pandemia rallenta ma non ferma la Festa federale di tiro

La tradizione della festa federale di tiro risale al 1824... Keystone / Philipp Schmidli

Un migliaio di appassionati di tiro hanno festeggiato sabato a Lucerna la fine della 58esima Festa federale di tiro, una tradizione che risale al 1824. La consigliera federale Viola Amherd ha dimostrato le sue capacità di tiro e ha sottolineato l'importanza militare del festival.

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 ottobre 2021 - 21:05
tvsvizzera.it/fra

La Festa federale di tiro, rinviata a causa della pandemia di coronavirus dal 2020 al 2021, si è tenuta in modo decentralizzato: i 32'000 tiratori hanno partecipato alla manifestazione svoltasi dall'11 giugno all'11 luglio, negli stand di tiro delle regioni in cui risiedono. 

Alla fine, però, c'è stato ancora un evento centrale sull'Allmend di Lucerna, cioè una settimana di Festa di tiro, durante la quale i tiratori hanno potuto ritirare i loro premi e regali per un valore totale di 2,8 milioni di franchi. 

Punto culminante della settimana di festa di tiro è il cosiddetto giorno ufficiale, iniziato sabato con una sfilata di bandiere, granatieri e musica militare a cui hanno partecipato circa 300 persone. 

Tiro della consigliera federale 

Anche Viola Amherd, responsabile del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), si è unita al corteo. Dopo aver marciato con i granatieri della gilda di Safran, la consigliera federale ha lei stessa sparato un colpo.  

Nel suo discorso la responsabile del DDPS ha dichiarato davanti ai presenti che l'aspetto sociale e lo scambio con tiratori di tutte le parti del paese sono altrettanto importanti in una Festa federale di tiro quanto la competizione sportiva. La Festa federale di tiro è un ponte tra il passato e il presente e ha ancora un significato militare, ha sottolineato.

Tra gli ospiti c'erano numerosi rappresentanti di vari governi cantonali, del consiglio degli Stati e del consiglio Nazionale, così come autorità cantonali e comunali. Al corteo ha preso parte anche l'ex consigliere federale Christoph Blocher.  

La consegna della bandiera, che era stata annullata l'11 giugno a causa della pandemia, è avvenuta oggi. Il consigliere di Stato vallesano Christophe Darbellay ha dato la bandiera al comitato organizzatore di Lucerna a nome di quello dell'ultima Festa federale di tiro a Raron (VS). Darbellay ha ricordato che Lucerna occupa una posizione eccezionale nell'organizzazione della Festa federale di tiro in quanto ha ospitato la manifestazione per la sesta volta dal 1832.

La settimana della festa di tiro a Lucerna continuerà fino a domani. La prossima edizione si terrà nel 2026 a Coira. 

Contenuto esterno


I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.