Navigation

La festa nazionale del cavallo spegne 125 candeline

Il Marché Concours di Saignelégier attira ogni anno quasi 50'000 spettatori e spettatrici. Keystone / Stefan Meyer

A Saignelégier, nel Giura, si apre venerdì il tradizionale Marché Concours, una festa che fa da vetrina all'unica razza equina svizzera, il cavallo delle Franches-Montagnes.

Questo contenuto è stato pubblicato il 11 agosto 2022 - 12:56
tvsvizzera.it/mar

Da venerdì a domenica dopo due edizioni rinviate a causa della pandemia di coronavirus il cavallo torna a farla da padrone a Saignelégier. Gli appassionati e le appassionate potranno ammirare circa 400 destrieri e assistere a numerose esibizioni.

La manifestazione organizzata nella località del Giura, che attira ogni anno quasi 50'000 persone, festeggia i 125 anni di esistenza. La prima volta si svolse infatti nel 1897.

Il Marché Concours di Saignelégier è nato per promuovere la razza equina locale, il cavallo delle Franches-Montagnes, che è la sola razza 'pura' svizzera.

Contenuto esterno

Una festa nata per convincere l'esercito

All'epoca l'esercito era il principale acquirente di cavalli. Tuttavia, le forze armate svizzere preferivano i cavalli mezzosangue e gli allevatori delle Franches-Montagnes facevano fatica a vendere i loro. Da qui la necessità di creare una vetrina per la razza locale.

"A poco a poco la Confederazione si è convinta", spiega al giornale Le Nouvelliste Jean-Pierre Beuret, presidente d'onore del Marché Concours. Il Franches-Montagnes è utilizzato in particolare come cavallo per le truppe del treno. "Sappiamo che il generale Guisan [al comando dell'esercito durante la Seconda guerra, ndr] era un appassionato di questo cavallo – afferma sempre Beuret. Dopo il 1945 continuò a frequentare il Marché-Concours. Fu in grado di costruire un interessante ponte tra l'esercito, l'Istituto nazionale d'allevamento equino e gli allevatori delle Franches-Montagnes".

Oggi l'esercito non è più il principale acquirente. Un altro tipo di cavalli – a motore – ha da tempo sostituito questo fedele compagno dell'essere umano. Tuttavia, le truppe del treno non sono sparite del tutto: oggi sono costituite di quattro colonne con un effettivo complessivo di circa 300 soldati e 200 cavalli, indica il Dipartimento militare della difesa. E tutti i destrieri sono esclusivamente di razza Franches-Montagnes.

Questo doppio filo che lega il Marché Concours all'esercito sarà del resto uno dei punti forti della manifestazione di questo fine settimana. Gli spettatori e le spettatrici potranno infatti assistere a una dimostrazione delle truppe del treno.

Un cavallo che ha successo anche all'estero

La fama del cavallo delle Franches-Montagnes ha da tempo varcato i confini e da qualche anno è diventato difficile acquistarne uno.

"Quest'anno, a inizio giugno avevo già trovato acquirenti per i miei 17 Franches-Montagnes di 3 anni – testimonia alla rivista Terre et Nature Martial Laville, che da oltre 40 anni alleva questa razza. "Non ho mai visto nulla di simile. Non me ne è rimasto neppure uno da vendere".

Da un lato ciò si spiega con una minore offerta (il numero di puledri è in costante diminuzione, nel 2021 ne sono nati 1'700, mentre all'inizio del 2000 erano oltre 3'000), dall'altro con una domanda crescente, soprattutto proveniente dall'estero, grazie anche alle campagne di marketing e alla pandemia, che ha spinto molte persone a volersi riavvicinare alla natura.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?