Navigation

L'ONU autorizza un'inchiesta sulle repressioni in Iran

Contenuto esterno

Le repressioni delle proteste in Iran (dopo la morte di Masha Amini) saranno oggetto di un'inchiesta internazionale. Lo ha deciso il Consiglio dei diritti umani dell'Onu che ha autorizzato un'inchiesta. La risoluzione è stata approvata con 25 voti favorevoli, sei contrari e 16 astensioni.

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 novembre 2022 - 22:15
tvsvizzera.it/fra con Keystone-ATS

Il Consiglio, riunito in sessione speciale, decide d'istituire "una missione conoscitiva internazionale indipendente" per indagare in modo approfondito e indipendente "su presunte violazioni dei diritti umani nella Repubblica islamica dell'Iran" in relazione alle proteste iniziate il 16 settembre 2022, in particolare per quanto riguarda donne e bambini.

La missione dovrà stabilire i fatti e le circostanze e presentare un aggiornamento orale e poi un rapporto completo sulle sue conclusioni al Consiglio alle prossime sessioni.

La sessione speciale del Consiglio per i diritti umani sul "deterioramento della situazione dei diritti umani nella Repubblica islamica dell'Iran" è stata convocata a seguito di una richiesta ufficiale presentata da Germania e Islanda e sostenuta da 44 Stati.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?