Navigation

Indice PMI industria ai massimi di sempre

L'industria elvetica si sta riprendendo molto bene. KEYSTONE/GAETAN BALLY sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 agosto 2021 - 16:00
(Keystone-SDA)

Si confermano i segnali di forte ripresa dell'economia svizzera: nel settore industriale l'indice PMI - che illustra il comportamento dei manager che, nelle imprese, si occupano degli acquisti aziendali - non è mai stato così elevato.

Il corrispondente indicatore nel ramo dei servizi si trova da parte sua nella zona di crescita per il sesto mese consecutivo.

Le informazioni in questione vengono raccolte, attraverso un sondaggio, dall'associazione di categoria Procure.ch: i dati vengono poi interpretati dagli specialisti di Credit Suisse (CS). Stando alle informazioni diffuse oggi dalla banca, l'indice dei responsabili degli acquisti (Purchasing Manager's Index, PMI) nel settore industriale è salito in luglio a 71,1 punti, 4,3 punti più di giugno e 21,4 più di un anno prima. Si tratta del valore più alto da quando vengono raccolti i dati, cioè dal gennaio 1995; il precedente primato misurato in maggio è stato lievemente superato.

L'ampliamento delle capacità per far fronte all'aumento della domanda sta però avvenendo un po' al rallentatore. E vero che un terzo delle ditte sta potenziando l'organico e solo il 4% lo sta riducendo, come pure che la componente impiego si trova per il settimo mese consecutivo sopra la soglia di crescita: rispetto ad altri parametri però la progressione è meno marcata. A quanto sembra la ripresa del mercato del lavoro sta procedendo a un ritmo un po' più lento di quanto il boom del rilancio potrebbe far supporre, commentano gli economisti di Credit Suisse.

Passando all'ambito dei servizi, il relativo indice PMI si è attestato a 60,8 punti, con variazioni di -3,7 punti (mensile) e +9,9 (anno). La ripresa ha perso un po' di dinamismo e l'indicatore non è riuscito a confermare il valore di giugno (64,4), il terzo più alto dall'inizio del calcolo, nel gennaio 2014.

L'indice testimonia comunque sempre di un buon momento per un comparto orientato soprattutto al mercato interno. La ripresa dura ormai da un anno e con gli allentamenti alle restrizioni anti-Covid dovrebbe proseguire anche nell'immediato futuro, affermano gli esperti di Credit Suisse. La componente impiego si trova per il quarto mese consecutivo oltre la soglia di crescita, ma non di molto.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.