Navigation

Imparare gli uni dagli altri?

Tedeschi, italiani, francesi, spagnoli,… i cittadini dell’Unione europea che lavorano e vivono in Svizzera sono sempre più numerosi. Questa immigrazione di lavoratori, spesso altamente qualificati, è un’opportunità o un pericolo per la Svizzera?

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 luglio 2012 - 11:00

La nozione di vicinato comporta per definizione una delimitazione. Ciò che vale per i villaggi vale anche per le nazioni. La mentalità degli svizzeri è così condizionata da quella dei paesi vicini, e viceversa. La presenza di numerosi europei nella Confederazione può modificare lo sguardo reciproco? E come è cambiata la percezione degli svizzeri nei confronti dei “cugini” italiani, tedeschi o francesi? Dite la vostra.

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?