Navigation

In Svizzera i farmaci generici costano il doppio rispetto all’estero

Puntando sui generici la Svizzera potrebbe risparmiare fino a un miliardo di franchi, secondo santésuisse. Keystone
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 aprile 2017 - 16:53

I prezzi dei medicinali sono sempre più alti in Svizzera rispetto alla media di nove paesi europei. Secondo un’inchiesta, la differenza si attesta al 14% per i prodotti protetti da un brevetto, mentre gli svizzeri pagano più del doppio (53%) per i farmaci generici.

La Svizzera è un’isola dei prezzi elevati e ciò in molti settori. La differenza di prezzo tra la Svizzera e l’estero rimane però particolarmente alta nel campo dei farmaci, in particolare i generici, ossia quelli che non sono più protetti da un brevetto.

Per un medicinale brevettato venduto a 100 franchi in Svizzera, gli europei pagano in media 86 franchi. Per un generico, invece, soltanto 47 franchi. È quanto emerge dell’ottavo studio comparativo realizzato da santésuisse, organizzazione di assicuratori malattia, e da Interpharma, associazione che riunisce le imprese farmaceutiche attive nella ricerca. 

Contenuto esterno

«L’evoluzione dei prezzi dei farmaci si è accentuata negli ultimi due anni, ma non è certo una novità», ha sottolineato Verena Nold, direttrice di santésuisse. «È necessario agire, altrimenti il divario continuerà ad allargarsi».

Per gli assicuratori non basta controllare un terzo dei prodotti, come accade oggi, ma sarebbe necessario un adeguamento annuale dei prezzi di tutti i farmaci. Si potrebbe inoltre favorire maggiormente i medicinali generici, prescrivendoli più spesso al posto di quelli protetti da brevetto, e creando un sistema di riferimento per i prezzi. 

In totale, santésuisse stima che la Svizzera potrebbe risparmiare circa un miliardo di franchi, pari al 4% dei premi di assicurazione malattia o 125 franchi in meno all’anno per assicurato. 

Contenuto esterno

«Non si possono paragonare mele e pere»

Per l'associazione che rappresenta i fabbricanti di medicinali generici, Intergenerika, questo studio non è rappresentativo e non tiene conto del rapporto qualità-prezzo: "Si paragonano mele con pere", si legge in un comunicato.

Intergenerika mette in guardia dal dumping sui prezzi: certi prodotti vengono già venduti al di sotto del costo di produzione. Solo nel 2016 sono stati risparmiati 363 milioni di franchi grazie ai generici , afferma l’associazione. 

End of insertion

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.