Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Il Consiglio federale rafforza la lotta contro il razzismo

Per il governo, non bastano le misure legali per contrastare fenomeni come quello degli skinheads

(Keystone)

Berna ha stanziato 15 milioni di franchi per progetti in favore dei diritti umani e della prevenzione contro le discriminazioni. "Il problema del razzismo non riguarda unicamente i rapporti con gli stranieri o con i richiedenti l'asilo, ma è anche una questione interna alla nostra società", ha spiegato la consigliera federale Ruth Dreifuss.

Il governo ha perciò deciso di creare un nuovo servizio specializzato, incaricato di coordinare iniziative in quest'ambito e dotato di un budget di 15 milioni di franchi per i prossimi 5 anni. Con questo decreto Berna intende lanciare un segnale importante, per combattere l'insorgere di fenomeni come l'antisemitismo e la xenofobia e per sensibilizzare l'opinione pubblica sui problemi che incontrano gruppi discriminati. Un esempio sono i nomadi, ha ricordato Ruth Dreifuss, un gruppo che, a causa della particolare scelta di vita, ha bisogni particolari nel campo dell'educazione e dei permessi di lavoro.

Secondo il Consiglio federale, per contrastare i rigurgiti estremisti, che negli ultimi tempi si sono manifestati con frequenza preoccupante in Svizzera, come ad esempio i numerosi raduni di skinheads, le misure legali non si rivelano sufficienti.

Accanto alla repressione di atti e comportamenti razzistici, il Consiglio federale intende promuovere anche misure nel campo della prevenzione e dell'informazione, mantenendo così le promesse fatte nel dicembre del 1999, in occasione della pubblicazione del Rapporto della Commissione Bergier sul ruolo della Svizzera durante la seconda guerra mondiale.

Dopo una consultazione tra oltre 400 organizzazioni attive in questo ambito (uffici cantonali e comunali, associazioni, organizzazioni umanitarie, chiese), sono già stati annunciati circa 170 progetti.

I mezzi a disposizione andranno a sostenere iniziative soprattutto in ambito educativo e della formazione, affiancandole ai programmi nelle scuole ma anche promuovendo la sensibilizzazione tra gli adulti, ha precisato Claudia Kaufmann, segretaria generale del Dipartimento dell'interno, incaricata di coordinare l'operazione anche con le attività nel campo dell'integrazione degli stranieri. A questo scopo per il 2001 la Confederazione ha già stanziato 10 milioni.

Luca Hoderas

Horizontal line TVS

Horizontale Linie


subscription form

Inscrivez-vous à notre newsletter gratuite et recevez nos meilleurs articles dans votre boîte mail.

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.







Neuer Inhalt

Facebook Like-Box