Navigazione

Saltare la navigazione

Sotto-siti

Funzionalità principali

Gian Paolo Barbieri Un grande fotografo… in viaggio

Codice da incorporare

Davanti al suo obiettivo hanno posato tutte le top model che contano e numerose stelle del cinema. La carriera di Gian Paolo Barbieri non si limita però alle luci della ribalta. Una mostra a Milano ritraccia il percorso di questa icona della fotografia.

“Dover partire... voler partire... sono sempre stato magneticamente attratto dal lontano”. Parole di Gian Paolo BarbieriLink esterno, uno dei più grandi e famosi fotografi di moda, classe 1938, milanese di nascita, autore di migliaia di scatti per le collezioni dei più grandi stilisti, da Versace a Chanel, da Dolce & Gabbana a Valentino, da Armani a Ferrè.

Con 30 libri fotografici all'attivo, una tecnica sopraffina, uno stile glamour unico e un senso “cinematografico” davvero speciale (tanto che i suoi set fotografici sono stati paragonati a quelli che si organizzano per un film vero), Barbieri è stato “il vero simbolo” del grande mondo del fashion per immagini sin dal 1966, quando ha iniziato a collaborare con Vogue.

Dal 1980 però, dopo aver compiuto diversi viaggi a Tahiti, in Madagascar, alle Seychelles e in Polinesia, ha cominciato a percorrere anche una vita fotografica parallela, raccontandoci via via realtà lontane, paradisi tropicali, gente spontanea e semplice e panorami mozzafiato. E fino al 14 luglio si può visitare la sua grande mostra “In viaggio” (alla 29Artsinprogress GalleryLink esterno di Milano ), una mostra proprio dedicata a queste spettacolari immagini etnografiche, tutte in bianco e nero.

Alcuni di questi “scatti” sono stati ormai considerati anche veri pezzi “artistici” per collezionisti e gallerie, e in questi anni sono stati esposti in diversi musei in tutto il mondo, per esempio al Victoria and Albert Museum e alla National Portrait Gallery di Londra, nel Kunstforum di Vienna e al Multimedia Art Museum di Mosca. Gian Paolo Barbieri lo abbiamo incontrato sia nel suo studio e sia alla mostra milanese, fra le sue grandi immagini, giusto per farci raccontare la sua vita “fotografica”, trascorsa in due mondi... così diversi e lontani.