Navigation

Un’estate in coda

I primi giorni dell’agosto 2015 entreranno nella storia del tunnel autostradale del San Gottardo per le code registrate al portale sud, in Ticino. Solo nei primi nove giorni del mese, il traffico diretto verso nord è stato bloccato per un totale di 130 ore, l’80% in più rispetto al 2014.

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 agosto 2016 - 00:00
swissinfo.ch e tvsvizzera.it (Quotidiano RSI dell'11.08.2015)

A spiccare dalla statistica fornita da ViaSuisse non è solo il dato relativo ad agosto. A risultare anomala è tutta l’estate di quest’anno. Dal 1° luglio si sono registrati solo tre giorni senza il blocco del traffico ad Airolo. In seguito un serpentone (più o meno lungo) c’è sempre stato per un totale di 33 giorni consecutivi.

La giornata più calda di quest'estate, finora, è stata quella di sabato 8 agosto, quando la colonna provocata dal controesodo è stata costante per oltre 20 ore. La statistica ufficiale dice che ha raggiunto una lunghezza massima di 8 chilometri. Ma si tratta di un’indicazione falsata dal fatto che il traffico viene “dosato” alla Biaschina, alcuni chilometri prima del Gottardo, generando così due colonne che ufficialmente risultano distinte. Chi ha cercato di varcare le Alpi ha dovuto così affrontare 16 chilometri di imbottigliamento nella valle Leventina.

Quella del San Gottardo è una galleria a traffico bidirezionale con sole due corsie. Nel febbraio 2016, il popolo svizzero si esprimerà sul raddoppio del tunnel votato dal parlamento.

Contenuto esterno

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.