Navigation

Esplosione in una moschea afghana, almeno 80 morti a Kunduz

Contenuto esterno

Un attentato dell'Isis ha fatto strage tra i fedeli di una moschea sciita di Kunduz, nel nordest dell'Afghanistan. Un kamikaze imbottito di esplosivo - due secondo altre fonti - si è fatto esplodere all'interno della moschea Said Abad, durante l'affollata preghiera del venerdì. Il bilancio provvisorio è di almeno 80 morti e oltre 100 feriti, molti dei quali "in gravi condizioni". All'interno della struttura, situata in un quartiere della comunità sciita degli Hazara, al momento dell'esplosione si trovavano, secondo media locali, almeno 300 fedeli.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2021 - 21:37

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.