Navigation

LSD, canapa, cocaina - queste sostanze dovrebbero essere legalizzate?

75 anni fa, lo scienziato svizzero Albert Hofmann scoprì per caso gli effetti allucinogeni dell’LSD. Ancora oggi si discute su come lottare contro il traffico di questa sostanza e delle altre droghe. Andrebbero semplicemente legalizzate? swissinfo.ch lo ha chiesto a Winterthur. 

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 aprile 2018 - 15:55
Nora Hesse, Winterthur

Nato nel 1906 a Baden, nel canton Argovia, Albert Hofmann si laureò in chimica all'Università di Zurigo nel 1929, diventando ben presto direttore di ricerca nel dipartimento dei prodotti naturali del gruppo farmaceutico basilese Sandoz. 

Incaricato negli anni '30 di eseguire degli studi sui composti attivi di alcune piante, in particolare un fungo velenoso della segale cornuta, Hofmann era riuscito nel 1938 a sintetizzare il 25esimo composto della dietilamide dell'acido lisergico, diventato poi famoso in tutto il mondo quale LSD. 

Nell'aprile del 1943, cinque anni dopo aver messo a punto l'LSD-25, il chimico basilese ne scoprì per caso gli effetti psichedelici. Alcune gocce cadute sulla sua mano, gli provocarono strane sensazioni e visioni: il primo "trip sintetico" della storia. 

Tornato alle provette tre giorni dopo, Hofmann consumò deliberatamente 250 microgrammi di LSD e sperimentò effetti molto più intensi: angoscia, vertigini, visioni soprannaturali, oggetti che si muovevano nello spazio, sentimenti di felicità e di gratitudine. A fine giornata, il chimico realizzò però anche quali pericoli poteva comportare l'uso indiscriminato della sostanza, che andava assunta solo in determinate circostanze. 

Impiegata inizialmente in ambito medico-terapeutico, questa sostanza si era poi fatta conoscere negli anni '60 per le sue proprietà allucinogene, apprezzate in particolare dalla generazione hippie. 

In quanto sostanza psicotropa, l'LSD rimane illegale 75 anni dopo la sua scoperta. Quali droghe vanno legalizzate? swissinfo.ch lo ha chiesto ai passanti di Winterthur. Quasi tutti si sono detti a favore della legalizzazione della cannabis ma non di altre droghe.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: tvsvizzera@swissinfo.ch

Partecipa alla discussione!

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.