Danza Il Prix de Lausanne 2020 va a un ballerino italiano

Il 17enne Marco Masciari, di Catanzaro, si è aggiudicato il primo posto del Prix de Lausanne, una delle competizioni internazionale di balletto più prestigiose per giovani emergenti.

ballerino in aria

Marco Masciari durante la finale.

Keystone / Valentin Flauraud

In totale di 77 giovani ballerini di 25 nazionalità - 47 ragazze e 30 ragazzi - hanno partecipato alla 48° edizione del concorso internazionale di danzaLink esterno, che quest'anno si è svolto a Montreux a causa dei lavori al Théâtre de Beaulieu.

Ad essere ricompensati con una borsa di studio per una delle scuole o compagnie partner dell'evento sono stati otto giovani ballerini.


Il primo premio è andato all'italiano Marco Masciari. Il diciassettenne ha vinto anche il premio per l'interpretazione contemporanea, hanno annunciato gli organizzatori sabato sera. Gli altri sette vincitori provengono dagli Stati Uniti (2° premio), dal Brasile (3° premio), dalla Cina, dalla Corea del Sud e dalla Romania.

Oltre al secondo premio, la quindicenne americana Ava Arbuckle ha vinto anche il premio per i migliori giovani talenti. La danzatrice portoghese Catarina Pires (quasi 18 anni) ha ottenuto il riconoscimento del pubblico e la cinese Yuyan Wang (17 anni) quello del web.

A causa dell'epidemia di coronavirus, tre concorrenti della regione cinese del Liaoning hanno dovuto annullare la loro partecipazione perché non hanno ricevuto l'autorizzazione a Viaggiare. Altri sette candidati cinesi e i loro accompagnato hanno potuto recarsi a Montreux. All'arrivo sono stati sottoposti a una visita medica e sono risultati in buona salute.



Parole chiave