Navigation

Danneggiato il ponte tra Russia e Crimea

Il ponte, il più lungo d'Europa con i suoi 18 chilometri, collega la Russia alla Crimea. Copyright 2022 The Associated Press. All Rights Reserved.

È stato colpito e danneggiato il ponte di Kerch che collega Russia e Crimea. Per Mosca si tratta di un’azione di Kiev.

Questo contenuto è stato pubblicato il 08 ottobre 2022 - 15:00
tvsvizzera.it/mrj

Il ponte di Kerch, che collega la Russia alla Crimea, è stato danneggiato da un'esplosione avvenuta all'alba di sabato, anche se secondo i primi rilevamenti, l’arco navigabile è intatto. A causare lo scoppio sarebbe stata un'autobomba: Mosca accusa Kiev di essere la responsabile dell'attentato. Nel frattempo, le fiamme sono state spente e si contano almeno tre vittime.

La struttura più lunga d’Europa (18 chilometri) è un collegamento stradale e ferroviario che, in tempo di guerra, ha assunto anche un grande valore strategico poiché serve a rifornire le truppe impegnate nel sud dell'Ucraina.

Contenuto esterno

Secondo l’antiterrorismo di Mosca l'esplosione è stata causata da un camion bomba. Dopo lo scoppio hanno preso fuoco anche sette cisterne di un treno merci.

Il Cremlino non si è ancora espresso su quanto accaduto, mentre da Kiev, il consigliere del presidente Zelensky twitta che “il ponte è l'inizio. Tutto ciò che è illegale deve essere distrutto, tutto ciò che è stato rubato deve essere restituito all'Ucraina.”

Un tweet che sembra suggerire una diretta responsabilità di Kiev che in passato aveva citato il ponte come possibile bersaglio di sabotaggi. Il Cremlino aveva allora risposto minacciando rappresaglie nel caso fosse stato colpito.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?