Navigation

Riparazioni dell'auto sempre più difficile con la crisi

Mancano microchip per le auto sempre più dipendenti dall'elettronica. Keystone / Abedin Taherkenareh

Pandemia, difficoltà di reperimento delle materie prime, guerra in Ucraina e crisi cinese stanno mettendo in ginocchio anche il settore dell’auto.

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 agosto 2022 - 13:01
tvsvizzera.it/spal

Le consegne di auto nuove, per la cui fabbricazione scarseggiano sempre più determinate componenti come i microchip, rallentano e la stessa riparazione dei veicoli risulta spesso un problema per la penuria dei pezzi di ricambio.  

Contenuto esterno

Una situazione che si sta ripercuotendo anche sui controlli regolari del parco veicoli in Svizzera. Capita con una certa frequenza che le auto sottoposte a perizia abbiano componenti difettose e alla data del richiamo non siano ancora giunti i ricambi in officina.

In alcuni cantoni le autorità preposte ai collaudi cercano di essere comprensive e gli appuntamenti vengono ulteriormente procrastinati. Non esistono statistiche dettagliate ma secondo gli esperti questo fenomeno di verifica nel 5-10 per cento dei casi.   

L’aspetto su cui però funzionari della motorizzazione e officine concordano riguarda la sicurezza nella circolazione stradale che deve essere sempre garantita. Se il veicolo presenta carenze in quest’ambito viene sempre proposta al cliente un’auto sostitutiva o un’alternativa.

I danni che potrebbero verificarsi sono infatti ben maggiori degli inconvenienti attuali. Disagi che però, come tutti sono consapevoli, potrebbero durare ancora a lungo.

I commenti a questo articolo sono stati disattivati. Potete trovare una panoramica delle discussioni in corso con i nostri giornalisti qui.

Se volete iniziare una discussione su un argomento sollevato in questo articolo o volete segnalare errori fattuali, inviateci un'e-mail all'indirizzo tvsvizzera@swissinfo.ch.

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?